SANITA'

Al via i lavori, pronto soccorso sotto pressione

Primo giorno di lavori nell’ala dei codici rossi: un arrivo ogni sei minuti, per l’80% si tratta di casi non urgenti. L’Azienda sanitaria rinnova l’appello fino a venerdì: «Cercate almeno di limitare il numero degli accompagnatori»

TRENTO. Primo giorno di lavori al pronto soccorso di Trento dove ieri il personale sanitario ha lavorato sotto pressione: il numero di pazienti non è variato rispetto alla norma (con una differenza insignificante rispetto allo stesso giorno dell’anno scorso) ma medici e infermieri se la sono dovuta cavare con 200 metri quadrati in meno di superficie.

Il risultato è stato che la sala d’aspetto (utilizzata anche per l’attesa dei pazienti meno gravi tra una visita e l’altra) ha registrato un sovraffollamento, causato anche dal fatto che c’erano pazienti accompagnati da più persone, come il caso limite di un giovane paziente che è arrivato accompagnato da tre persone: papà, mamma e uno dei nonni.

Nelle 12 ore fra le 7 e le 19 sono stati 125 i pazienti che si sono rivolti al pronto soccorso del Santa Chiara di Trento, con una media di uno ogni sei minuti circa. Di questi la grandissima maggioranza era costituita da codici bianchi e soprattutto verdi (80%). Proprio a loro (i pazienti meno gravi) l’azienda ha rinnovato l’appello a valutare la possibilità di rivolgersi al medico di base (nei casi più lievi) o a considerare la possibilità di scegliere un reparto alternativo sul territorio (uno degli altri sei ospedali) almeno in questi giorni in cui sono in corso lavori di manutenzione straordinaria. Nella scelta di un reparto di pronto soccorso alternativo l’Azienda sanitaria ha ricordato che è possibile consultare su internet la situazione aggiornata ogni 15 minuti degli accessi ai reparti di pronto soccorso di tutto il Trentino. L’indirizzo da consultare è servizi.apss.tn.it/statops.

L’altra raccomandazione - sempre durante questi giorni in cui ci sono lavori in corso - è di limitare il più possibile gli accompagnatori, in modo da non occupare in maniera eccessiva gli spazi della sala d’aspetto. 

I lavori proseguiranno fino a venerdì.