centrodestra 

Acque agitate in Fratelli d’Italia 

Il senatore de Bertoldi e la segretaria Poletti hanno idee diverse

TRENTO. Acque agitate in Fratelli d’Italia. Il partito di destra che esprime il senatore della città, Andrea de Bertoldi, avrebbe una visione non univoca sulla scelta del candidato presidente della Provincia. Se de Bertoldi, subito dopo il 4 marzo aveva indicato chiaramente Maurizio Fugatti per la guida della coalizione, una visione diversa è stata offerta in più occasione dalla segretaria di Fdi, Marika Poletti, più incline ad una candidatura territoriale. Di più. Poletti, secondo alcuni osservatori, si sarebbe avvicinata alla Civica Trentina di Rodolfo Borga, arrivando ad ipotizzare persino il suo addio al partito della Meloni per una militanza più focalizzata sul piano locale. Una scelta che, se dovessse concretizzarsi, troverebbe (commentano altri) motivazione anche nel fatto di non ricoprire più ruoli nel partito in ambito nazionale.

Marika Poletti si limita a commentare il rumour con una serie di emoji che raffigurano una risata. Di certo non è in discussione la propria fedeltà alla coalizione visto che, non più tardi di sabato scorso, ha ospitato nel giardino della sua bella casa di Cei il conclave della coalizione. In Fratelli d’Italia c’è dunque in atto un sano confronto.