MIGRANTI

Salvini: "A Innsbruck un confronto nell'interesse dell'Italia"

Le parole del ministro degli Interni prima del vertice in Tirolo: "No a immigrazione «alla Renzi», va controllata o è giungla"

ROMA. «Ho già chiaro in mente cosa andare a chiedere e cose ottenere. Disponibile a parlare col collega tedesco, collega austriaco, collega francese, ma nell'esclusivo interesse nazionale. Quindi il mio obiettivo è che entri in Italia una persona in meno rispetto a quelle che devono uscire». Così il ministro e vicepremier Matteo Salvini al termine dell'incontro con il presidente del Consiglio prima del vertice di Innsbruck.

«Il mio obiettivo - dice parlando dell'Italia - è un'immigrazione controllata e qualificata, come negli altri paesi del mondo. L'immigrazione alla Renzi e alla Mare Nostrum alla 600 mila sbarchi, porta alle tendopoli di San Ferdinando dove c'è la giungla e l'illegalità. Questa non è l'Italia che ho in testa. Controllare l'immigrazione e ridurre il numero dei morti è il mio obiettivo».