L'ALLARME

Palazzo saturo di gas rischia di esplodere

Pericolo elevato in un edificio di via dei Molini. Evacuati i residenti dai vigili del fuoco. Sotto accusa una bombola senza lo strumento che blocca l’erogazione in assenza di fiamma

RIVA. Il palazzo era saturo di gas a tal punto che rischiava di esplodere. Paura giovedì sera, poco dopo le 22.30, all’inizio di via dei Molini, strada perpendicolare a viale dei Tigli che porta in località San Giacomo. 

I pompieri di Riva sono intervenuti con l'apparecchio che rileva i gas, l'“esplosimetro”, che ha registrato un’importante concentrazione.

I vigili hanno quindi proceduto a disalimentare tutto lo stabile dall'energia elettrica e nel frattempo evacuare le persone presenti negli appartamenti, bloccando la circolazione sia veicolare che pedonale della strada limitrofa, ovvero viale dei Tigli.

Alla fine le verifiche hanno portato in un locale seminterrato dove è stata trovata una cucina alimentata da una bombola gpl e priva di termocoppia, ovvero dello strumento che automaticamente blocca l’erogazione del gas dai fuochi in assenza di fiamma. Rilevata nella stanza una concentrazione di gpl con percentuali sufficiente a far scattare la detonazione.