CINEMA

Religion Today, vince "My short words"

Trionfa la pellicola del turco Bulbul (TRAILER). Miglior documentario è "Women of freedom" (TRAILER) di Abeer Zeibak Haddad (Israele), mentre il riconoscimento per il miglior cortometraggio è andato a "The violet" dell'iracheno Baqer Al - Rubaie. Ad "Haldaa" (TRAILER) il premio “Nello spirito della fede”

TRENTO. Il film del turco Bekir Bulbul 'My short words' ha vinto la 21/a edizione del Religion Today Film Festival. L'annuncio della giuria internazionale questa mattina a Madonna di Campiglio. Miglior documentario è 'Women of freedom' di Abeer Zeibak Haddad (Israele), mentre il riconoscimento per il miglior cortometraggio è andato a 'The violet' dell'iracheno Baqer Al - Rubaie.

Il tributo di Religion Today, «Nello spirito della fede», ideato da Gilli Mendel in qualità di consulente scientifica delle prime edizioni del Festival, è stato infine assegnato a 'Haldaa' di Tauquir Ahmed (Bangladesh).

Altri premi speciali sono stati attribuiti dalla giuria Signis (l'Associazione Cattolica Mondiale per la Comunicazione) al film 'Resurrection' di Kristof Hoornaert (Belgio) e dal coordinamento dei film festival trentini CinemAMoRe a From on high' di Dawn Westlake (Usa/Spagna).

Ad esprimersi sulla selezione ufficiale, la giuria internazionale composta da Milyausha Aytucanova, direttrice esecutiva del Kazan International Film Festival in Tatarstan; Sadia Khalid (Bangladesh), giornalista specializzata e sceneggiatrice di film interpretati da attori del calibro di Keanu Reeves, Joaquin Phoenix e Jamie Foxx; Armando Lostaglio, critico, scrittore, organizzatore, autore di numerosi docufilm e fondatore nel 1994 del CineClub Vittorio De Sica – Cinit; Gilli Mendel, a lungo responsabile di progetti e iniziative educative presso la Cineteca di Gerusalemme, l’Israel Film Archive, l’Israel Film Fund e l’International Jerusalem Film Festival; e Linda Nelson (USA), fondatrice della compagnia di distribuzione IndieRights Movies a sostegno del cinema indipendente.