MERANO

Rapinato in auto mentre rincasa

Un uomo ha invaso la carreggiata costringendo il veicolo a fermarsi, il complice è sbucato minacciando il conducente con un coltello. L’episodio durante la notte in via Marlengo: bottino da 350 euro. Prima della fuga i malviventi hanno messo fuori uso il cellulare della vittima

MERANO. Stava rientrando a casa con l’auto, verso le 23. D’improvviso un uomo è balzato in mezzo alla strada, obbligando il mezzo a bloccarsi. Dal nulla è sbucata una seconda persona che, coltello in mano, ha minacciato l’automobilista facendosi consegnare il denaro che il conducente portava con sé. Poi la coppia si è dileguata, facendo perdere le sue tracce col favore del buio.

L’episodio si è verificato nella notte di venerdì. Un blitz di qualche decina di secondi, sufficienti per mettere a segno il colpo e aprire squarci di inquietudine per la modalità con il quale è stato portato a termine. Teatro del fatto è via Marlengo, nei pressi del cimitero evangelico.

Il trentacinquenne al volante, da solo nell’auto, si stava dirigendo verso i palazzi di rione Marlengo, dove abita. È stato costretto a fermarsi prima della curva che, davanti all’isola ecologica, piega a sinistra. Davanti al tratto dove si trovano alcuni posteggi.

La rapina si è compiuta mentre il conducente era praticamente giunto a casa. È stata una questione di attimi. Quando uno dei due malfattori ha invaso la carreggiata, l’uomo alla guida non ha potuto fare altro che arrestare il mezzo. E qui è spuntato il complice, che ha minacciato l’automobilista con un coltello. Gli ha chiesto il denaro. Il trentacinquenne gli ha consegnato quanto aveva con sé, circa 350 euro. Poi si sono fatti consegnare dalla vittima il cellulare per metterlo fuori uso. In modo da evitare che l’allarme fosse lanciato nell’immediatezza della loro fuga.