“Mari e monti”, il turismo unisce Peio e Cattolica 

Il Comune solandro ha presentato le proposte invernali nella città romagnola  che in febbraio salirà tra le nevi alpine per illustrare la propria estate 2019

PEIO. E’ partita quasi per scherzo la bella iniziativa di Peio per promuovere la stagione invernale in uno dei posto più suggestivi ed affollati della Riviera Romagnola. Il sindaco di Pejo Angelo Dalpez ha fatto suo l’invito del consorzio turistico Pejo 3000 e da subito ha lanciato la proposta ai vertici dell’amministrazione comunale di Cattolica che nel giro di poche ore a firma dell’Assessora al turismo Nicoletta Olivieri, è arrivata la risposta positiva che oltre a dare la piena disponibilità per portare le peculiarità del mondo alpino di Pejo sulle affollatissime spiagge della “Regina”, hanno proposto di portare a febbraio sulle nevi di Pejo il loro importante messaggio turistico estivo. Così nel giro di poche settimane, con la regia del consorzio turismo, Peio è sbarcato a Cattolica e nella piazza Primo maggio, è stato predisposto un vero e proprio villaggio con le realtà turistiche della valletta trentina: piste e impianti ai 3000 metri, terme aperte tutto l’anno, acqua conosciuta fin dal 1600, strutture alberghiere, ambiente e paesaggi d’incanto. Alla sera in una ambientazione invernale con la “neve che avvolgeva” l’affollatissima piazza, Sandro De Manincor coordinatore della serata, ha voluto sul palco i protagonisti dell’iniziativa i sindaci, di Cattolica Mariano Gennari, di Peio Angelo Dalpez e l’assessora al turismo Nicoletta Olivieri. Per tutti la proposta “Mari e Monti” avrà un grande avvenire perché nata dall’incontro, da subito trasformato in vera amicizia, delle amministrazioni e dalle varie realtà che gravitano sui rispettivi territori. Madrina della manifestazione non poteva essere che la splendida Alice Rachele Arlanch Miss Italia che a Cattolica, lei trentina purosangue, si è detta orgogliosa di rappresentare Peio nella suggestiva “Regina della Romagna”.

L’occasione è stata propizia per far conoscere alcuni gioielli della Val di Pejo agli amici cattolichini. Un particolare focus è stato posto alla proposta invernale della stazione sciistica di Pejo3000, vocata alle settimane bianche per le famiglie in grado di offrire ben due campi scuola e la divertentissima Funslope oltre alla rinomata Funifor che da 2000 metri in pochi minuti raggiunge quota 3000 invitando gli sciatori a percorrere oltre 8 km di pista e 1600 metri di dislivello, un vero record della Val di Pejo. Si è parlato anche dell’acqua di Pejo, rinomata fonte oligominerale fin dal quindicesimo secolo, famosa oggigiorno per le Terme, aperte anche l’inverno tanto per le cure quanto per il benessere termale. Nel suggestivo Villaggio Pejo, allestito per accogliere tutti gli ospiti di Cattolica, non sono mancate le occasioni per gustare la tradizione gastronomica con i famosi formaggi d’alpeggio e i salumi della tradizione trentina.

Il progetto “Mari&Monti” prosegue, sulla traccia di azioni sinergiche in chiave due ruote: entrambe le amministrazioni stanno puntando molto sul turismo bike, importante trend per la mobilità e nuovo strumento per affrontare salite impervie con la e-bike nelle aree protette del Parco Nazionale dello Stelvio.