cles - martedì in sala borghesi bertolla 

Il documentario su Pia Laviosa Zambotti 

CLES. Martedì, alle 20.30, in sala Borghesi Bertolla, sarà presentato il documentario “PLZ - Pia Laviosa Zambotti archeologa”. Si tratta di un nuovo appuntamento nell’ambito della rassegna “Pia...

CLES. Martedì, alle 20.30, in sala Borghesi Bertolla, sarà presentato il documentario “PLZ - Pia Laviosa Zambotti archeologa”. Si tratta di un nuovo appuntamento nell’ambito della rassegna “Pia Laviosa Zambotti e le altre. Dalla terra allo spazio cercando l’umano”, organizzata per ricordare la figura di una donna nata a Fondo che ha lasciata una traccia profonda nelle scienze ed il ricordo di una profonda e sofferta umanità.

Il documentario biografico “PLZ - Pia Laviosa Zambotti, archeologa 1898 – 1965” è a cura di Decima Rosa video, per la regia di Elena Alessia Negriolli. Alla proiezione interverranno la regista e Mariangela Franch, docente del Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento, Centro studi interdisciplinari di genere.

Il documentario raccoglie le testimonianze di chi ebbe la fortuna di conoscere in vita la Zambotti e di chi l'ha conosciuta attraverso gli studi e la biblioteca che ci ha lasciato, nucleo fondante della biblioteca specialistica dell’Ufficio beni archeologici provinciale a lei intitolata.

Nel film è tratteggiato il profilo della donna, archeologa e studiosa che non solo ha segnato l'affermarsi dell’indagine sulla preistoria in Italia e all'estero come disciplina, ma ha saputo varcare, fra successi e avversità, confini culturali e sociali in un'epoca di grandi e drammatiche trasformazioni. Un lavoro che restituisce alla comunità locale, e non solo, la biografia di una grande donna e nel contempo valorizza un patrimonio librario e archivistico a cui ha attinto una generazione di archeologi.

Nell’ambito della rassegna, alla Biblioteca comunale di Cles è inoltre visitabile fino al 31 marzo “Grandi donne che hanno fatto la storia. Lo sguardo curioso dell'archeologa”, mostra bibliografica e documentaria per presentare trenta figure femminili che hanno contributo in modo determinante a scrivere la storia.

L’orario di apertura della mostra è quello della Biblioteca, e cioè dalle 10 alle 12 da lunedì a sabato, dalle 14.30 alle 18.30 da lunedì a venerdì, martedì anche dalle ore 20.30 alle 22. (g.e.)