LA NORMA

Mezzi di trasporto, gli uomini delle forze dell'ordine dovranno qualificarsi appena saliti

La giunta provinciale: decisione che deriva dal confronto con i sindacati di categoria e con il commissariato del governo

TRENTO. Sia per i servizi su gomma sia per i treni circolanti in Trentino, il personale delle forze dell'ordine dovrà qualificare subito, al momento della salita, la propria presenza a bordo al capotreno, all'autista o agli addetti al controllo.

Lo stabilisce una deliberazione approvata oggi dall'esecutivo provinciale del Trentino, su proposta del presidente Maurizio Fugatti, che - secondo una nota di Piazza Dante - va nella direzione di valorizzare la presenza a bordo del personale delle forze dell'ordine.

Il dispositivo, che scaturisce da una fase di confronto interlocutorio con i sindacati di categoria e con il commissariato del governo, intende consentire, spiega l'amministrazione provinciale, l'effettivo intervento in caso di necessità degli appartenenti alle forze dell'ordine, che hanno titolo di viaggiare gratuitamente su tutti i sistemi di trasporto provinciale.