STRASBURGO

Lunedì l'autopsia sulla salma di Megalizzi, a Trento lutto cittadino

I funerali dovrebbero svolgersi a metà settimana a Trento

TRENTO. Lunedì 17 dicembre sarà effettuata l'autopsia sulla salma di Antonio Megalizzi, il giovane trentino deceduto ieri dopo essere stato vittima dell'attentato a Strasburgo. Si tratterebbe di un ulteriore accertamento, deciso dalle autorità francesi, poi è atteso il nulla osta per il rimpatrio della salma in Italia. La data dei funerali non è stata ancora fissata, ma indicativamente potrebbero svolgersi a metà della prossima settimana. E' quanto si apprende da fonti vicine alla famiglia.

"I genitori di Antonio Megalizzi, la sorella Federica, la fidanzata Luana e tutta la famiglia chiedono il massimo rispetto per il loro dolore in questo momento così difficile. Non desiderano, per ora, rilasciare ulteriori dichiarazioni ai media. Antonio era un giornalista e, in circostanze simili, avrebbe sicuramente rispettato la volontà dei parenti di un collega venuto a mancare. La data e maggiori informazioni sui funerali verranno comunicate nei prossimi giorni". È quanto fa sapere la famiglia di Antonio Megalizzi, il giornalista italiano ucciso nella sparatoria a Strasburgo martedì sera.

«La scomparsa di Antonio Megalizzi ha lasciato attonita un'intera città di Trento che si interroga sulla brutalità dell'assassinio e si riconosce nei valori e nelle azioni portate avanti da Antonio nella sua breve vita», lo scrive il Comune di Trento in una nota. «Per onoralo, nel giorno delle esequie il sindaco proclamerà il lutto cittadino, un'adesione simbolica ma importante per condannare con forza la brutalità e l'inutilità delle azioni terroristiche e ribadire che Trento è una città nell'Europa e protagonista, da sempre, nel costante sostegno all'unità europea. Da oggi le bandire di Palazzo Thun sono a mezz'asta», conclude la nota.