IL LUTTO

Giovo, morto l'anziano ustionato nei campi

Silvestro Brugnara, 88 anni, era ricoverato in rianimazione in prognosi riservata. Stava bruciando delle sterpaglie quando i suoi vestiti hanno preso fuoco

GIOVO. E' morto nella notte all'ospedale Santa Chiara Silvestro Brugnara, l'anziano di Ceola di Giovo ustionato dalle fiamme ieri mentre lavorava in campagna. L'88enne era ricoverato in rianimazione in prognosi riservata.

Il dramma nel primo pomeriggio di ieri. L’anziano agricoltore, noto in paese per la sua giovialità e per quel suo spendersi senza riserve per la famiglia, stava lavorando la sua terra, uno dei terrazzamenti eroici che sta poco sotto la statale 612 che taglia il paese di Ceola.

Era intento a bruciare delle sterpaglie nel camminamento lungo i filari spogli. Piccoli roghi, sparsi qua e là lungo la secca striscia erbosa. Poco distante un amico stava lavorando nel proprio appezzamento. L’uomo, anche lui del posto, è stato scosso improvvisamente dalle grida del vicino.

La corsa verso quei filari, la terribile visione: il suo amico era avvolto dalle fiamme. Con il coraggio della disperazione, l’uomo si è tolto la giacca ed ha spento il fuoco che stava inghiottendo l’amico, poi ha chiamato i soccorsi; l’allarme alle 14.46. Sul posto i vigili del fuoco di Giovo, l’ambulanza e l’elicottero. Il medico è stato verricellato tra i filari, le condizioni dell’anziano sono apparse subito gravi. 

Brugnara era uomo stimato ed amato per il suo buon carattere, per il tratto responsabile ed attento, a casa come in campagna.