mezzolombardo - in primavera parte il cantiere della ciclabile 

«Al S. Giovanni quasi un pronto soccorso» 

Sui servizi del centro sanitario presto un incontro fra il sindaco Girardi, Fugatti e Segnana

MEZZOLOMBARDO. «Finalmente la pista ciclabile che collega Mezzolombardo alla stazione dei treni di Mezzocorona è stata finanziata dalla Provincia e in primavera partiranno i lavori». A parlare è il sindaco Christian Girardi, che nella conferenza stampa di inizio 2019 ha toccato velocemente anche questo argomento.

Un approfondimento maggiore ha riservato al centro ospedaliero San Giovanni, appena diventato nuovamente operativo seppure al momento solo parzialmente. «Da parte dei vertici dell'Azienda sanitaria – ha precisato Girardi - abbiamo avuto tutte le garanzie necessarie per poter dire che tutto quello che può sgravare Trento e Cles finirà nel centro ospedaliero di Mezzolombardo. Bisognerà capire con il presidente Fugatti e l'assessore alla sanità Segnana lo stato dell’arte dei servizi, per esempio l’ambulatorio h24 che, senza sostituire ovviamente il pronto soccorso, possa comunque avere un’utilità per alcune problematiche senza andare a Trento o a Cles». L'incontro tra Girardi e i due amministratori leghisti è previsto a breve.

Nell'incontro di Christian Girardi con i giornalisti si è parlato anche di volontariato. A partire dal «progetto di rete con una quarantina di volontari che dà un grande servizio a centinaia di utenti. Un servizio che ha cambiato la vita a tante persone e per il quale io come sindaco ricevo centinaia di complimenti. Abbiamo anche volontari che fanno un servizio di “compagnia telefonica” a chi ne ha bisogno. Un servizio di mutuo aiuto importantissimo. Con le Acli stiamo ragionando per mettere nella loro una sede fissa del servizio. Rendendolo sempre più autonomo dall’amministrazione comunale, che comunque sarà sempre presente quando necessario. Anche quest’anno – prosegue Girardi - non verrà tolto un euro dalle casse delle associazioni, relativamente ai contributi, e i costi delle sedi sono già stati dimezzati. I sindaci cambiano ma Mezzolombardo non potrà mai fare a meno del volontariato. Siamo una cittadina a misura di paese, lo saremo finché ci sarà quel tessuto sociale composto da circa 1.500 persone che si impegnano gratuitamente dentro una cinquantina di associazioni».

Girardi ha annunciato anche che a giugno partiranno i lavori della ristrutturazione della palestra comunale di via Cavalleggeri. Inoltre nel corso del 2019 verranno sistemate tutte le barriere paramassi mettendo tutto il paese in sicurezza. Compresa tutta l’area sportiva a nord del paese. (m.w.)