DROGA

Ingerisce 53 ovuli di cocaina, arrestato a Bressanone un corriere della droga

Controllo in stazione a Bressanone della Guardia di Finanza; la cocaina rinvenuta avrebbe fruttato 150.000 euro sul mercato

BRESSANONE. Nei giorni scorsi, i militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Bressanone hanno proceduto al controllo un uomo nigeriano, O.R., le sue iniziali, di 20 anni, che viaggiava a bordo del treno “Eurocity 89”, proveniente da Monaco di Baviera e diretto a Bologna.

All’atto del controllo, l'uomo mostrava un nervosismo e un’agitazione inconsueti, motivo per cui i militari hanno ispezionato gli effetti personali e il suo bagaglio, al cui interno veniva rinvenuta una carta d’imbarco della compagnia aerea “Vueling”, da cui risultava che lo stesso, alcuni giorni prima, era stato passeggero del volo Milano - Amsterdam.

Nonostante l’uomo non risultasse avere precedenti penali o di polizia, i militari, non convinti dalle dichiarazioni contradditorie rilasciate in merito all’itinerario del viaggio e all’ingresso in Italia, hanno deciso di sottoporre lo stesso a un più approfondito controllo.

I militari hanno deciso quindi di accompagnare la persona all’ospedale di Bressanone dove, in seguito a mirati esami strumentali e radiologici, è stata accertata la presenza nello stomaco di 53 ovuli contenenti circa 800 grammi di cocaina.

L’uomo è stato quindi tratto in arresto per traffico internazionale di sostanze stupefacenti e, dopo le dimissioni dall’ospedale, condotto presso la casa circondariale di Bolzano a disposizione della competente autorità giudiziaria.

La sostanza rinvenuta immessa sul mercato avrebbe potuto fruttare, tenuto conto dell’elevato grado di purezza, circa 150.000 euro.