MOBILITA'

In Trentino incentivi per auto, bici e colonne elettriche

La Provincia di Trento stanzia 20 milioni di euro in 5 anni 

TRENTO. Sono oltre 20 i milioni di euro di incentivi stanziati nei prossimi 5 anni per promuovere la mobilità elettrica in Trentino. Ad oggi sono attive agevolazioni per l'acquisto di autoveicoli elettrici ed ibridi plug-in per i cittadini, incentivi per l'installazione di colonnine per la ricarica per privati e aziende e contributi per le aziende su progetti che incentivano i percorsi da casa al lavoro con e bike.

Nel corso dei prossimi mesi sono previsti incentivi per l'installazione di colonnine di ricarica pubbliche e agevolazioni per l'acquisto di flotte di veicoli elettrici per aziende ed enti locali.

Per autoveicoli elettrici ed ibridi plug-in per privati l'incentivo varia da 4.000 euro a 6.000 euro, a seconda che si tratti rispettivamente di autoveicoli ibridi plug-in con almeno 5 kWh di batteria o autoveicoli elettrici. Di questi, 2.000 euro sono una riduzione del prezzo, rispetto al listino di vendita ufficiale su strada, praticato dai rivenditori aderenti alla convenzione con la Provincia autonoma di Trento. Ad oggi sono 10 i concessionari convenzionati.

Per le colonnine di ricarica private per cittadini e aziende il contributo è del 60% della spesa, con un massimo di 1.500 euro per veicoli elettrici o ibridi plug in, nel limite di 5 stazioni per ciascun richiedente, e di 500 euro per l'acquisto di stazioni di ricarica per e-bike, dotate di multipresa tipo 'Schukò, nel limite di 1 stazione per ciascuna azienda richiedente. Per ottenere l'incentivo è necessario presentare domanda alla Provincia autonoma di Trento entro un anno dalla data di acquisto e produrre copia della fattura/e o documento/i di spesa di data successiva al 20 novembre 2017.

Per i percorsi casa-lavoro il contributo erogato è pari al 50% della spesa con un massimo di 1.000 euro per ogni e-bike e 50.000 euro per ogni impresa. Nella determinazione della spesa ammissibile a contributo si detrae la quota obbligatoria di compartecipazione all'acquisto a carico del dipendente; tale quota può variare tra il 10 ed il 30% del costo della e-bike.