L'INCIDENTE

In moto contro un cervo, in due all'ospedale

Gravi l’uomo di 46 anni che guidava la Honda e la sua passeggera di 39 anni Sono stati portati al Santa Chiara in elicottero. L’ungulato è morto a causa delle gravissime ferite riportate nell’urto. LE IMMAGINI: I soccorritori in azione

ALA. Non si sarebbero mai aspettati di incontrare sulla loro strada un simile ostacolo. Infatti lo hanno centrato in pieno, finendo in gravi condizioni all’ospedale trentino di Santa Chiara. La coppia, 39 anni di Trento lei e roveretano di 46 lui, stava tornando verso casa dopo una piccola gita in moto. Viaggavano a una velocità moderata sulla provinciale 90 della Destra Adige in sella a una Honda VF 750, un placido custom a quattro cilindri.

Verso le 23.30, nei pressi di Chizzola, poco a monte della zincheria Seca, la coppia in sella si è vista attraversare la strada da un cervo pesante almeno un quintale, proprio davanti a loro. L’uomo alla guida è rimasto così sorpreso che non ha nemmeno avuto il tempo di frenare. L’impatto è stato inevitabile, e di tale violenza che l’animale è stato scaraventato al di là del guardrail, con il ventre squarciato. I due motociclisti a loro volta sono finiti a terra in maniera rovinosa.

Cervo investito, gravi due motociclisti: i soccorritori in azione

E' successo nella notte a Chizzola. A terra il conducente di 46 anni e la passeggera di 39 (foto di Matteo Festi). LEGGI L'ARTICOLO

La coppia, ricoverata in codice rosso all’ospedale Santa Chiara di Trento, ha riportato lesioni piuttosto serie, con alcune sospette fratture ma per fortuna né l’uomo alla guida né la passeggera sono in pericolo di vita. L’urto è stato tuttavia importante, la prognosi è di 40 giorni per l’uomo e di un mese per la donna, ma la moto non viaggiava a forte velocità e ciò ha evitato danni peggiori alla coppia di motociclisti.