IL LUTTO

Il Trentino piange un suo grande protagonista, addio a Sandro Boato

Architetto, già consigliere regionale con i Verdi, poeta ed artista. Aveva 81 anni. Da molto tempo era malato di Parkinson e nell'ultimo periodo le sue condizioni si erano aggravate.

TRENTO. È scomparso Sandro Boato. Architetto, già consigliere regionale con i Verdi, poeta ed artista, era fratello di Marco, che in questi ultimi giorni lo ha accompagnato e lo ha ricordato con un affettuoso post su Facebook.

Da molti anni era malato di Parkinson e nell'ultimo periodo le sue condizioni si erano aggravate.

Una famiglia di artisti la sua: il figlio Matteo è un affermato pittore; la figlia Giulia è un'appassionata di danza e docente universitaria.

La nota dei Verdi. I Verdi del Trentino sono vicini a Marco, Odilia (la moglie, ndr), Matteo e Giulia, ai fratelli e ai nipoti del nostro carissimo Sandro Boato. Che purtroppo all'alba di stamattina ci ha lasciati. Una persona davvero bella, un poeta, un uomo di cultura, un valente architetto ma sopratutto un uomo di grande umanità e sensibilità. Che sarà sempre nei nostri cuori. Ciao caro Sandro.