LOMASO

Sagra della patata: gli organizzatori in festa

Alla decima edizione in ottobre più di mille visitatori. Non solo cibo, ma visite al magazzino e laboratori per bimbi

CAMPO LOMASO. La “Sagra della patata” ha già due lustri di vita alle spalle. E finora non ha mai deluso le aspettative delle migliaia di visitatori che ogni anno, puntano il navigatore della propria auto per farsi un giro negli stand. Quando nei campi è quasi tempo di semina, per gli organizzatori della “Festa della patata del Lomaso” è tempo di raccolto. Un raccolto declinato in due modi: chiamare a raccolta i tanti che hanno contribuito al successo della decima edizione di una festa che rappresenta un evento atteso e partecipato e parlare dei risultati raccolti nella tre giorni dello scorso ottobre che aveva registrato il consueto afflusso di ospiti attratti da una proposta gastronomica che piace a tutte le età. Così, sabato scorso, nella cornice degli avvolti del Comune di Campo Lomaso, ambientazione in possesso di caratteri di genuina ruralità e teatro della Festa della Patata dalla prima edizione, si sono ritrovati organizzatori, volontari, rappresentanti di enti e aziende partner.

Una bella occasione per indirizzare loro un gesto di gratitudine e per degustare il frutto della terra proposto nei tanti piatti di un ricco menù, dall’antipasto al dolce. «L’unione fa la forza è stato il motto per la Pro Loco Piana del Lomaso che, insieme a Copag e Associazione Festa dell’Agricoltura, hanno fatto registrare numeri straordinari nella decima edizione della nostra Festa – spiegano gli organizzatori – I trecento posti disponibili delle degustazioni sono andati esauriti nei primi giorni di prenotazione. E la prima Sagra della Patata ospitata alla Copag (Cooperativa Produttori Agricoli Giudicariesi) ha accolto oltre mille visitatori.

La festa non è non è stata solo cibo. Infatti, sono state organizzate visite al magazzino, laboratori per bambini e visite ai luoghi culturali della Comano Valle Salus». La serata di sabato è servita anche per raccogliere suggerimenti utili a migliorare la già elevata qualità e la ricca proposta della Festa della patata del Lomaso, territorio vocato alla coltivazione di questo tubero. «Spesso le idee migliori nascono a tavola - è stato ricordato - e l’occasione per esprimere il nostro grazie ai tanti che hanno contribuito al successo della nostra iniziativa si è dimostrata favorevole per raccogliere proposte utili ad arricchire il programma della festa, una vetrina della nostra vallata».