pieve di bono 

A malga Ringia sarà un fine settimana dedicato al tiro

PIEVE DI BONO - PREZZO. Asuc, Sezione Cacciatori, Gruppo culturale - teatrale della zona daranno una buona mano agli organizzatori che tra oggi e domani interverranno a Malga Ringia alla “Prova di...

PIEVE DI BONO - PREZZO. Asuc, Sezione Cacciatori, Gruppo culturale - teatrale della zona daranno una buona mano agli organizzatori che tra oggi e domani interverranno a Malga Ringia alla “Prova di Tiro”. A contendersi il medagliere le categorie Cacciatori, Basculanti e Lady che su distanze diverse (200 a 500 metri) si andranno a confrontare in vista di questa sesta edizione. Stando alle aspettative nell'arco dei due giorni confluiranno lassù tra 400 e 500 appassionati. Vige il regolamento del circuito Nord - Est. «La categoria cacciatori - avverte Thomas Mologni presidente del gruppo Tiratori delle Giudicarie - rappresenta uno stimolo per invogliare gli stessi cacciatori, che normalmente non praticano il tiro sportivo, a partecipare a questa manifestazione con armi proprie». Mologni elenca poi le varie norme di sicurezza: «L’arma dovrà essere custodita in busta o in valigia; diversamente il partecipante sarà allontanato».

A questo proposito Sandro Guerini aggiunge: «Sono ammesse quelle armi rigorosamente da caccia con serbatoio che contenga almeno una cartuccia. Sulla categoria Basculanti sono ammessi fucili con sistema basculante (monocanna, drilling, combinati ed express) di qualsiasi calibro e di peso non superiore ai cinque chilogrammi. Per quanto concerne tale specialità si andrà a sparare cinque colpi ma sempre e solo su sagome di panforte o cartone. Riconoscimenti per i primi tre classificati: ceste gastronomiche e buoni benzina». (a.p.)