FUNIVIE

Funivie Molveno Pradel in 3 anni + 72% di passaggi 

Il bilancio del 2018. In assemblea il presidente Zeni lo ha definito «il migliore risultato di  sempre nella storia della società». Dopo l’estate partiranno i lavori di riqualificazione invernale

di Rosario Fichera

MOLVENO. Il 2018 per la società Funivie Molveno Pradel è stato un anno da incorniciare: venerdì sera, nella sala congressi di Molveno, l’assemblea dei soci ha infatti approvato all’unanimità il relativo bilancio d’esercizio che il presidente della società impiantistica, Silvio Zeni, ha definito come «il migliore risultato di sempre nella storia della nostra società».

L’utile d’esercizio è stato pari a 233.304 euro (destinato per 11.665 euro a riserva legale e per 221.639 a riserva straordinaria) un risultato ottenuto, hanno spiegato i vertici della società, soprattutto grazie a tre fattori fondamentali: la buona stagione estiva, l’altrettanto ottimo periodo di destagionalizzazione e il mondo del bike.

Partnership essenziali

«Sicuramente le condizioni meteorologiche hanno favorito questo successo - ha spiegato Silvio Zeni - ma il suo conseguimento conferma che l’impegno profuso nella realizzazione d’ingenti investimenti e nelle attività di promozione sono stati determinanti per assicurare alla gestione sociale buone prospettive di guadagno e future possibilità di crescita. Così come è stata essenziale per i risultati ottenuti la partnership che si è creata con i privati che porteranno un futuro roseo alla società, le politiche di sviluppo, innovazione e progettazione conseguite con l’Apt Paganella Dolomiti e Molveno Holiday, le amministrazioni pubbliche, tutti soggetti ai quali rivolgo il più sincero ringraziamento per quanto fatto insieme».

I dati relativi ai passaggi nel 2018 hanno registrato un incremento, rispetto al 2017, del 13,27%, grazie soprattutto al bike e al prolungamento delle attività proposte oltre i periodi canonici (la cosiddetta destagionalizzazione). Se poi questo dato si raffronta anche agli anni precedenti, gli incrementi sono stati del 52% rispetto al 2016 e del 72% al 2015.

Il “Forest Park”

Anche il Parco avventura “Forest Park” ha segnato un importante incremento, ma la parte del leone l’hanno fatta le attività legate al mondo del bike, con un + 61% dei passaggi dei “bike pass” (con il quasi raddoppio dei relativi incassi, + 97%) e il consolidamento dei “bike Molveno” (con un + 12% degli incassi). A livello di fatturato generale si è registrata una crescita dell’11,7%, passando da 1.192.116 euro del 2017 a 1.331.583 del 2018.

L’assemblea è stata anche l’occasione per aggiornare sull’importante progetto di riqualificazione invernale della località Pradel, con il recupero della pista di sci esistente Pradel-Palon di Tovre, la realizzazione del “Fun Park” in località Campet e di due nuove piste di slittino, “Bambi” e “Scoiattolo”. Il progetto prevede anche un sistema d’innevamento programmato con relativo bacino artificiale, pensato anche come attrazione turistica estiva. L’investimento complessivo è inferiore a 4 milioni euro e per le relative autorizzazioni manca solo l’accordo con il Consorzio Val Perse, in fase di ultimazione, concluso il quale si potrà passare alla fase dei lavori previsti per dopo l’estate.