Funivie Folgarida, «sì» al bilancio: fatturato record

Dimaro. Via libera da parte dell’assemblea dei soci al bilancio di esercizio della società funivie folgarida marilleva spa. il bilancio è stato chiuso al 30 aprile scorso e si tratta - come...

Dimaro. Via libera da parte dell’assemblea dei soci al bilancio di esercizio della società funivie folgarida marilleva spa. il bilancio è stato chiuso al 30 aprile scorso e si tratta - come sottolinea una nota della società - del miglior fatturato di sempre. i numeri indicano un utile in aumento ma margine operativo lordo (ebitda) negativo rispetto all’anno precedente, e il consiglio di amministrazione ha stabilito di destinare l’utile di esercizio (pari a 3,4 milioni di euro) per il 5% a riserva ordinaria e per il rimanente a riserva straordinaria.

Le cifre

Dal bilancio emergono ricavi delle vendite e delle prestazioni per 30,3 milioni di euro (+ 5,28% rispetto all’esercizio precedente); margine operativo lordo (Ebitda): 10,2 milioni di euro) (- 11,56%); risultato operativo (Ebit); 3 milioni di euro (-26,22% ); utile netto dell’esercizio: 3,4 milioni di euro (+ 12,06% ); totale passaggi impianti: 11,3 milioni (+ 1,46%); totale primi ingressi giornalieri: 1,2 milioni (+ 1,99%).

L’analisi

Nell’ultimo esercizio - si legge nel comunicato delle funivie - i ricavi dell’attività caratteristica presentano un incremento importante rispetto all’esercizio chiuso al 30 aprile 2018, che porta a registrare il miglior fatturato di sempre. La marginalità è stata influenzata dal maggior costo del lavoro (per il rinnovo del contratto aziendale), dell’energia elettrica (per la produzione di neve artificiale in una stagione con precipitazioni nevose decisamente ridotte), delle importanti manutenzioni straordinarie sugli immobili e sugli impianti societari e dei costi di interscambio nel Consorzio Skirama (totale costi +2,599 milioni di euro rispetto all’anno precedente). Via libera infine alla vendita di azioni ordinarie (145 mila) e privilegiate (1,022 milioni) entro il 31 dicembre per un totale di circa 1,3 miloni di euro.