Il Pentagramma regala una settimana di musica 

Con “Caterina. I giorni e le stagioni. La Grande Guerra e il primo amore” domani parte a Tesero la kermesse organizzata della scuola per festeggiare i suoi 35 anni 

FASSA E FIEMME. La scuola di musica di Fiemme e Fassa “Il Pentagramma” compie 35 anni e lo fa con la “Penta week”, un programma ricco di eventi musica ed arte da domani a domenica 22 aprile. La scuola è stata istituita nel 1983 a Tesero su iniziativa del maestro Carlo Deflorian e di alcuni appassionati di musica, tra cui Paolo Deflorian e Marcello Zanon. Gli iscritti al primo anno di attività erano 49 ai corsi strumentali e 31 per la teoria e solfeggio; 7 i docenti. Da allora è diventata un’istituzione di riferimento della vita culturale delle due valli, ha oggi 600 iscritti e 24 insegnanti. Il presidente è Stefano Lazzer e il direttore Ezio Vinante.

Domani alle 20.30, al teatro comunale di Tesero, si inizia con lo spettacolo “Caterina. I giorni e le stagioni. La Grande Guerra e il primo amore”, riflessione narrativo-musicale sulle difficili vicende della guerra, scritto da Fabio Chiocchetti, con voce di Rosanna March e la soprano Angela Chiocchetti. La musica è del maestro Armando Franceschini e l’accompagnamento strumentale dell’ensemble dei docenti del Pentagramma: Paolo Rasom, Daniele Girardi, Ezio Vinante e Ilario Defrancesco.

Il secondo appuntamento è a La Gran Ciasa a Soraga, mercoledì alle 20.30 con la musica folk tirolese dell’ensemble diretta da Daniele Girardi e l’esibizione della “fisorchestra” dei giovani fisarmonicisti delle classi di Marco Graziola e Daniele Girardi. La serata sarà anche l’occasione per valorizzare l’esperienza pluriennale del laboratorio di tastiere del Pentagramma coordinato e diretto da Stefano Lazzer.

La Penta Week prosegue giovedì 19 alle 20.30 alla sala Bavarese di Tesero con l’esibizione jazz della Penta Big Band di Paolo Trettel e dei laboratori di musica moderna di Gisella Ferrarin, Roberto Dassala e Thomas Samonati. Venerdì 20 al polo scolastico di Moena, dalle 20.30, musica corale con l’esibizione dei Pentagramma Young Singers e delle voci femminili del Coro Note Blu, entrambi diretti da Ilario Defrancesco e con i contributi musicali di Matteo Scalet e Marika Bettin.

Sabato 21 alle 15 al cinema di Canazei c’è la rassegna delle bande giovanili: i Picui Mùseganc de Fascia di Paolo Rasom; i Joegn Mùseganc de Fascia di Fabio Riz; la Bandina di Fiemme di Alberto Zeni e la Banda dei giovani di Fiemme di Fabrizio Zanon e ancora, in serata alle 20.30 al Navalge a Moena, ci sarà un tributo a Mina con le allieve della classe di canto di Gisella Ferrarin. Gran finale del festeggiamento è domenica 22 aprile al Palafiemme di Cavalese alle 18.30 con l’esibizione del PentagrammaWinds di Roberto Silvagni, per l’occasione affidato al direttore altoatesino Georg Thaler. (v.r.)