BUONE NOTIZIE

Dona 100 mila euro per i boschi fiemmesi

Il gesto di generosità di una signora originaria della zona ma che da anni risiede in Svizzera.

LE IMMAGINI: Intere foreste rase al suolo

CAVALESE. Centomila euro per il ripristino del territorio devastato dall’alluvione del 29 ottobre. E' il concreto atto di generosità di una signora di origini fiemmesi, ma che da anni risiede in Svizzera e che ha voluto donare la somma alla magnifica Comunità di Fiemme. La tempesta di tre mesi fa aveva distrutto 200 mila metri cubi di boschi.

E’ stato lo stesso Scario della Magnifica Giacomo Boninsegna a riferire all’assemblea dell’incredibile storia. «Nelle scorse settimane una signora, originaria della valle di Fiemme, ma residente in Svizzera, che non ha voluto fornire le sue generalità ed ha manifestato la volontà di restare anonima - ha raccontato lo Scario - ha contattato il segretario della Magnifica Carlo Betta dichiarandosi disposta ad effettuare un contributo in favore della Comunità per la sistemazione del territorio devastato dal vento di fine ottobre. L’episodio sembrava dimenticato quando il 14 dicembre 2018 sul conto bancario della Magnifica veniva accreditata da parte della Consolidated Holdings di Vaduz la somma di 100 mila euro con la causale: “Financial support to devastations fund val di Fiemme”».

Lo Scario a nome anche di tutta l’amministrazione comunitaria ha dunque colto l’occasione per esprimere particolare gratitudine e apprezzamento per il generoso contributo. Il regolano di Cavalese Franco Corso per altro ha sottolineato la necessità di agevolare i Vicini che intendono fare delle offerte comunicando anche attraverso il Notiziario (come ha suggerito il regolano di Panchià Renzo Daprà) il codice Iban della Magnifica.