LAVORO

Dati Istat: in Trentino cresce l'occupazione

Crescono in Trentino gli occupati, calano i disoccupati e gli inattivi in età lavorativa: questo quanto emerge dai dati Istat sul terzo trimestre del 2017, che rafforzano i risultati positivi del trimestre scorso

TRENTO. L’Istat ha diffuso oggi i dati sull’occupazione e sulla disoccupazione relativi al 3° trimestre 2017 (da luglio a settembre 2017). La rilevazione, in provincia di Trento, è coordinata dall’Ispat (Istituto di statistica della provincia di Trento). I dati del trimestre rafforzano i risultati positivi del trimestre scorso con la crescita, su base annua, delle forze di lavoro e degli occupati e il calo dei disoccupati e degli inattivi in età lavorativa. 

Il 3° trimestre per caratteristiche strutturali del sistema produttivo trentino è il periodo con maggior espansione dell’occupazione. I dati confrontati con lo stesso trimestre dell’anno precedente confermano, comunque, il consolidamento di una ripresa economica con occupazione. Questi dati si contestualizzano in una realtà nazionale positiva anche se meno marcata di quella trentina.

"Quasi tutti i settori a parte l'agricoltura registrano un segno + , confermando quindi una ripresa del nostro sistema economico che ci attendiamo prosegua nel 2018 - sottolinea con soddisfazione il presidente Ugo Rossi - A questo risultato concorrono vari fattori, nazionali ma anche locali. Ci sono riscontri significativi anche per l'occupazione femminile, o per un settore come quello delle costruzioni, uno dei più colpiti dalla crisi. Certamente, quindi, questi dati ci consentono di iniziare il 2018 con ancora maggiore fiducia".

In dettaglio nel 3° trimestre 2017 le forze di lavoro superano le 257mila unità, in aumento di oltre 8mila unità sullo stesso trimestre dell’anno precedente e di circa 7mila unità sul trimestre precedente. In percentuale l’incremento è pari nel complesso al 3,4%, con una variazione più significativa per le donne (4,5% contro 2,5% degli uomini). L’occupazione aumenta di oltre 11mila unità, in modo ancor più evidente delle forze di lavoro: tendenzialmente la crescita è pari al 4,9% (6,2% per le donne; 3,8% per gli uomini).

Per settore l’occupazione diminuisce in agricoltura (-3.700 unità), in coerenza con i problemi del comparto per le evidenze atmosferiche, mentre l’industria è in aumento (2.200 unità). A questo dato, per la prima volta dopo parecchi trimestri, contribuiscono sia l’industria manifatturiera che le costruzioni.

Di rilievo la crescita del settore dei servizi (13mila unità), che conferma l’importanza del comparto per l’economia trentina e rafforza quanto osservato nel trimestre scorso. L’evoluzione del settore è il risultato del buon andamento del commercio, alberghi e ristoranti (circa 8mila unità), in linea con l’ottima performance della stagione turistica estiva, ma anche delle altre attività dei servizi (oltre 4mila unità).