VIOLENZA

Condannato per lo stupro all’ex, finisce in carcere per l’aggressione

La Corte d’Appello ha confermato parzialmente la pena inflitta in primo grado ad un ventenne accusato di aver abusato della compagna. Recentemente è stato arrestato per un nuovo episodio di violenza contro la donna

TRENTO. Dopo una sentenza di primo grado che lo aveva condannato a 7 anni per aver violentato la sua ex davanti al figlioletto, ieri (17 luglio) la Corte d’Appello di Trento ha sostanzialmente confermato il pronunciamento del tribunale, pur diminuendo a 5 anni e 6 mesi la pena definitiva. 

Non sembra essere però sufficiente una sentenza, in questo caso, a mettere il punto in una storia fatta di violenze e abusi nei confronti di una donna: l’imputato, infatti, un ventenne di origini sudamericane, si trova nel frattempo in carcere proprio per un presunto nuovo episodio di violenza sempre nei riguardi dell’ex compagna. Un’aggressione che sarebbe avvenuta nonostante l’uomo avesse il tassativo divieto di avvicinamento alla donna, una giovane trentina: proprio per aver violato la misura cautelare, il giovane è quindi nuovamente finito agli arresti.