VIOLENZA

Bolzano, maestra picchiata in classe da un alunno

È accaduto alle elementari M.L. King di via Parma: l’insegnante ha cercato di requisire le figurine allo scolaro che ha reagito come una furia, colpendola al volto

BOLZANO. La lezione era in corso, ma uno degli scolari era totalmente assorto nell’ammirare le sue figurine. Dopo l’ennesimo invito a seguire la lezione, l’insegnante s’è avvicinata al ragazzino e ha cercato di afferrare le figurine. Un’azione non certo violenta durante la quale, però, una delle immagini adesive s’è accidentalmente strappata. E a quel punto, lo scolaro ha perso letteralmente le staffe e, in preda a un’ira cieca, s’è scagliato come una furia contro la maestra, colpendola con una serie di pugni che sono arrivati anche al volto della povera donna, le cui urla hanno richiamato i colleghi nelle altre classi, subito corsi in suo aiuto.

L’episodio è accaduto giovedì scorso, in una classe delle scuole elementari Martin Luther King, in via Parma, e ha scosso non solo il corpo docente, ma anche gli altri scolari presenti in classe. L’insegnante, sotto choc, ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del San Maurizio per medicare le numerose ecchimosi e uno zigomo, gonfiatosi in modo vistoso. Una vicenda a dir poco sconcertante, soprattutto perché protagonista della brutale aggressione è uno scolaro delle elementari. Un bambino, insomma. Un bambino che, a quanto pare, non sarebbe nuovo a episodi di violenza, ma mai, ovviamente, contro una insegnante.