TRUFFE

Amicizie sui social, in rete una nuova truffa che prende di mira le donne

La Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Bolzano rende noto che ultimamente sono nuovamente giunte alcune segnalazioni da parte di utenti di social network, che comunicano di essere vittime di una tipologia di truffa da parte di soggetti conosciuti in rete.

BOLZANO. Le vittime, in questi casi, sono prevalentemente donne che ricevono proposte di amicizia - su social network - da parte di uomini che, solitamente, si spacciano per Funzionari appartenenti a prestigiose Organizzazioni Internazionali, Forze Armate di altri Paesi o comunque dicono di svolgere professioni socialmente apprezzabili.

Questi, una volta ottenuta l’amicizia delle loro vittime con un’abile attività di “manipolazione psicologica”, riescono a farsi inviare dei soldi dalle stesse. Ad esempio dicono di trovarsi in difficoltà e di dover ricorrere a cure mediche per far fonte alle quali non hanno, in quel momento, il necessario denaro. Si sono anche registrati dei casi in cui i truffatori hanno fatto credere alle loro vittime che, di lì a breve, le avrebbero raggiunte in Italia dove avrebbero potuto avere un futuro quale coppia.

Vi sono già state alcune vittime, anche nella nostra Provincia, di tali tipi di truffa che hanno subìto anche danni per alcune migliaia di Euro.

In questo caso il consiglio che si può fornire, in generale a tutti gli utenti dei social, è quello di accordare l’amicizia solo alle persone che si conoscono già nella vita reale e non viceversa. In tal modo, la possibilità di rimanere vittime di situazioni spiacevoli, sarà sicuramente più contenuta.