Goodison campione del mondo 

Il velista torbolano d’adozione ha vinto nelle Bermuda il campionato Moth

TORBOLE. Nei giorni scorsi sul pennone più alto del blasonato ed importante Royal Bermuda Yacht Club è stato issato il guidone del Circolo Vela Torbole in occasione della premiazione del campionato mondiale dell'imbarcazione dalle concezioni avveneristica Moth che naviga, anzi “vola”, a circa un metro d'altezza dall'acqua alla velocità di un motoscafo. L'ambito titolo intercontinentale è stato conquistato dal pluricampione e pluriolimpionico inglese Paul Martin Goodison, socio del club nautico torbolano. Da qualche tempo la cittadina altogardesana è la sua residenza: abita qui nei periodi in cui non è impegnato alle varie latitudini negli eventi velici al top. Risulta impossibile menzionare il suo superlativo palmares. Tra gli allori più significativi: oro con le imbarcazioni Laser ai Giochi di Pechino del 2008, quarto in quelli precedenti e settimo nel 2012 e dal 2000 al 2012 ha sempre conquistato il podio del campionato europeo di questo diffuso scafo singolo con l'aggiunta di un oro ai mondiali del 2009 ed un bronzo nel 2002. Da non dimenticare la vittoria al campionato mondiale del 2012 delle moderne imbarcazioni Melges 32 e due anni dopo dei Melges 20. Dallo scorso anno lo “skipper di Sua Maestà” fa parte del team svedese di Artemis Racing che da oltre un lustro è uno dei protagonisti del circuito di Coppa America e delle regate d'ammissione della Louis Vuitton Challenger's. Con i Moth Paul Martin Goodison vanta il primato di essersi aggiudicato gli ultimi tre campionati mondiali. Per la cronaca alla piazza d'onore alla Bermuda si è classificato Francesco Bruni con meriti sportivi sulla stessa lunghezza d'onda del vincitore inglese ed è un habituè del club alla Conca d'Oro.

“Il Moth è la rivoluzione della barca vela – commentano il presidente del Circolo Vela Torbole Paolo Montagni ed il vicepresidente Mauro Versini – Lungo m. 3,355, una vela di 8 mq., pesa solo 30 kg., dispone di una pinna orrizontale che consente allo scafo di volare sull'acqua come un aliscafo. In passato avevamo ospitato l'esordio in Europa del Moth col primo titolo italiano conquistato dal torbolano Raimondo Tonelli”. (a.cad.)