IL LUTTO

Addio al cuoco-insegnante trentino Roberto Fontana

E' morto per un malore a 52 anni. Lavorava alla scuola alberghiera Cesare Ritz di Merano. Oggi i funerali a Castello Tesino

MERANO. Un lutto improvviso, che ha lasciato tutti attoniti, ha colpito la scuola alberghiera Cesare Ritz di Merano. Ieri mattina allo squillo della prima campanella all’istituto inserito nel complesso dello school village non c’era lo chef Roberto Fontana, deceduto a 52 anni per un malore nei giorni scorsi.

Il cuoco, ricordano la direttrice Maria Pascarella e i colleghi, era più di un insegnante, era un monumento vivente della scuola. Roberto Fontana, fisique du role, aveva studiato proprio alla Ritz dove nel 2000, dopo tante esperienze lavorative, era tornato come insegnante.

Ha trasmesso la passione della cucina a diverse generazioni di allievi e apprendisti. Era lui che accoglieva i futuri studenti nel progetto del centro aperto.

La maître Barbara Panzani, scossa, fatica a trovare le parole: «Con la scomparsa di Roberto oggi mi manca un pilastro. Per me e per tanti colleghi era un grande amico ed un sostegno e non solo dal punto lavorativo. Era considerato da tutti un gigante buono, aveva sempre una parola gentile per tutti, c’era sempre quando avevi bisogno di lui, in ogni momento trovava tempo da dedicarti».

Anche i suoi ragazzi, ieri attoniti in una scuola scioccata da quanto accaduto, lo omaggiano evidenziando la passione con cui Fontana insegnava. Una ragazza di prima racconta che era sempre di buon umore e disposto a scherzare, altri di seconda lo definiscono invece «un uomo severo ma giusto, uno che ha insegnato loro a lavorare con dedizione e professionalità». 

Tutta la Ritz ieri, 8 ottobre, si è ritrovata per un ultimo saluto e per ricordare insieme Roberto Fontana, i cui funerali si terranno oggi (9 ottobre) alle 15 nella chiesa parrocchiale di Castello Tesino, dove si porterà anche una delegazione dell’istituto alberghiero al quale è venuta a mancare un pezzo di storia della scuola e una persona importante che ha lasciato un grande vuoto umano e professionale.