Prezzi carburanti, una settimana di calma

Quotidiano Energia - Prevale ancora la quiete sulla rete carburanti italiana. Per il settimo giorno consecutivo, infatti, non si registrano interventi sui prezzi raccomandati da parte delle compagnie, mentre anche le quotazioni in Mediterraneo ritrovano una sostanziale stabilità dopo l’accelerazione – soprattutto sulla benzina – di 24 ore prima. La situazione di calma si riflette anche sui prezzi praticati sul territorio, che non mostrano particolari movimenti. In particolare, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della verde è pari a 1,551 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,547 a 1,571 euro/litro (no-logo a 1,530). Il prezzo medio praticato del diesel è a 1,489 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,489 a 1,501 euro/litro (no-logo a 1,467). Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,686 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,641 a 1,783 euro/litro (no-logo a 1,579), mentre per il diesel la media è a 1,625 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie tra 1,609 a 1,714 euro/litro (no-logo a 1,514). Il Gpl, infine, va da 0,648 a 0,665 euro/litro (no-logo a 0,637).