Batterie organiche per energia verde, presto in produzione

(ANSA) - ROMA, 19 MAR - Batterie organiche per l'accumulo di energia rinnovabile. E' il progetto sviluppato, grazie ad un accordo in esclusiva per l'Europa con l'Università di Harvard, da Green Energy Storage (Ges), startup dell'efficienza energetica che ha sviluppato il suo sistema di accumulo organico basandolo sul chinone, molecola che si estrae dai vegetali e dagli scarti del petrolio. Ges ha chiuso la raccolta fonti su MamaCrowd raccogliendo oltre 2 milioni di euro da investitori privati. L'obiettivo, spiega una nota, è investire i capitali raccolti per potenziare la produzione di questi innovativi sistemi di accumulo di energie rinnovabili: batterie a flusso che permettono di accumulare un'elevata capacità di energia elettrica pulita, sfruttando la naturale energia di fonti come quelle solare ed eolica. "Nel 2019 sarà avviata la grande produzione della prima serie commerciale di batterie a flusso. In tre anni abbiamo fatto tanta strada", spiega Salvatore Pinto, Presidente Green Energy Storage, mentre Dario Giudici, Ceo di Mamacrowd, evidenzia che "i numeri confermano come l'equity crowdfunding stia diventando sempre più uno strumento adatto anche per i round milionari di startup e Pmi".(ANSA).